Curiosità

Cyrcle: lo smartphone che nessuno vuole perchè ritenuto troppo brutto

“Alzi la mano chi ricorda l’originale Polly Pocket”, sono queste le parole con cui Claire Cohen, scrittrice del The Daily Telegraph, ha iniziato in maniera del tutto sarcastica il proprio articolo riguardante Cyrcle, un telefono presentato al MWC 2016 di Barcellona.

Il dispositivo, perfettamente rotondo e rivolto ad un pubblico femminile, è stato progettato da una start-up che prende il nome di Dtoor, il cui acronimo sta per “Designing the Opposite of Rectangle”, ovvero “progettare l’opposto di un rettangolo”.

La società è stata fondata da due ex dipendenti Microsoft, Christina Cyr e Linda Inagawa, secondo le quali i rettangoli stanno rovinando l’attrazione verso le donne in quanto non si adattano alle loro forme. A tutto ciò era necessario trovare una soluzione, pertanto ecco che è nato Cyrcle!

Grazie alle suo aspetto morbido e tondeggiante, lo smartphone presenta un profilo più naturale e sensuale, in grado di adattarsi perfettamente ai vestiti e alle linee femminili. Le ideatrici hanno inoltre deciso di dotare il telefono di una connessione 2G, come se le donne non avessero necessità di utilizzare una linea internet performante.

Entro la prossima estate Christina Cyr e Linda Inagawa prevedono di avviare una campagna su Kickstarter, noto sito di raccolta fondi, che permetterà loro di immettere sul mercato il proprio telefono, perfettamente rotondo, ad un costo a partire da 70 dollari circa.

Crediamo però che entrambe non abbiano fatto i conti con l’opinione pubblica, soprattutto quella a cui si rivolge Cyrcle, le donne, che hanno iniziato a commentare in maniera del tutto negativa il dispositivo, ritenuto ridicolo e troppo brutto. Voi cosa ne pensate? Comprereste mai uno smartphone del genere?

Commenti
Vai su