Curiosità

Dot: lo smartwatch braille per i non vedenti

dot-smartwatch

Le persone affette da qualche handicap sono spesso costrette a giungere a dei compromessi, ad esempio, chi possiede dei gravi problemi alla vista è impossibilitato a sfruttare appieno la maggior parte delle funzioni offerte dai classici dispositivi mobili come lo possono essere gli smartphone, i tablet e gli e-book.

Fortunatamente in questi ultimi anni la tecnologia ha fatto grandi passi in avanti e finalmente oltre a vedere prodotti bizzarri – mi riferisco in particolar modo al CH4 che tiene il conto del numero delle scoregge fatte nell’arco della giornata – eccone arrivare altri di gran lunga molto più utili.

Da pochi giorni una società coreana ha svelato al mondo intero il primo smartwatch braille ideato per i non vedenti. Dot, questo il nome del dispositivo indossabile, ricorda molto il design dei Fitbit e dispone di un display composto da alcuni piedini che si muovono ad una velocità personalizzabile.

Solitamente il wearable mostra l’orologio ma non appena sullo smartphone arriva una nuova notifica questa viene trasmessa direttamente allo schermo dello smartwatch che compone il messaggio nel sistema braille.

Secondo le informazioni rilasciate Dot dovrebbe incorporare una batteria in grado di fornire una autonomia di 10 ore e dovrebbe colpire il mercato per un prezzo che si aggira attorno ai 300 dollari. Al momento non vi è ancora alcuna conferma ufficiale ma i primi pre-ordini sono attesi per il prossimo autunno.

Via

Commenti
Vai su