Curiosità

iPhone: il correttore automatico fa un errore e la scuola viene evacuata

smartphone-text

La tecnologia ha fatto e continua a fare passi da gigante, e nel giro di  soli 5-6 anni ha fatto in modo che praticamente tutti siano in possesso di almeno uno smartphone. Questi dispositivi sono utili perché oltre al ruolo di telefono, svolgono quello di mini computer tascabile; siamo in grado di utilizzare internet per fare ricerche, inviare foto, email e documenti da qualsiasi posto in cui ci troviamo.

Gli smartphone sono talmente intelligenti che imparano dalle nostre abitudini e ci forniscono dei suggerimenti in base a quello che apprendono. Sono anche in grado di correggere i nostri errori. Se mentre scriviamo un messaggio capita di saltare qualche lettera, di non mettere uno spazio o scrivere male una parola, il correttore automatico interviene e corregge tutti quelli che secondo lui sono errori.

Ma non sempre riesce nel suo intento. Il correttore automatico, infatti, si è spesso reso protagonista di episodi più o meno simpatici. Sono molto frequenti i casi in cui alcune parole contenute nel messaggio vengono cambiate dal correttore automatico, cambiando di conseguenza il senso dell’intero messaggio. Questa cosa può avere risultati esilaranti o allarmanti a seconda dei casi.

In Georgia, negli Stati Uniti, è capitato un episodio del genere che ha messo in subbuglio una città intera. Un ragazzo che frequenta la scuola superiore West Hall di Gainesville volava inviare il seguente messaggio ad un suo amico: “Gunna be at West Hall today“. “Gunna”, per chi non lo sapesse, è slang per indicare “Going To”. Per cui il messaggio tradotto è dei più comuni: “Sarò alla West Hall oggi”.

Il correttore automatico dell’iPhone però ci ha messo lo zampino trasformando il testo in “Gunman be at West Hall today“, a questo punto il significato cambia radicalmente in: “Uomo armato alla West Hall oggi”, così il messaggio ha provocato panico e spavento, giustamente, al suo ricevente.

A complicare ulteriormente la questione è stato il fatto che il mittente lo ha inviato al numero sbagliato, per cui il destinatario si è allarmato ulteriormente visto che il messaggio proveniva da un numero a lui totalmente sconosciuto, infatti ha pensato bene di avvertire le autorità che hanno a loro volta evacuato sia la scuola superiore che la scuola media West Hall.

L’allarme è rientrato quando hanno capito che si è trattato di un errore, “E’ stata una combinazione di circostanze strane“, ha affermato il sergente Stephen Wilbanks, “ma vogliamo sottolineare che il destinatario ha fatto la cosa giusta avvertendo immediatamente la polizia“.

Commenti
Vai su