Guide

Come sbrandizzare smartphone e tablet Huawei

sbrandizzare-smartphone-tablet-Huawei

Per quanto riguarda il mondo Android e Windows Mobile, a volte capita che gli operatori telefonici (Vodafone, Tre, Tim, ecc) inseriscano alcune piccole personalizzazioni nel sistema operativo, come ad esempio una diversa boot animation (l’animazione che compare all’avvio del terminale) o alcune applicazioni preinstallate.

Tutto ciò potrebbe portare vantaggi, ma anche svantaggi, dal momento in cui è probabile che gli aggiornamenti software possano arrivare in ritardo. Nella guida di oggi vedremo sbrandizzare smartphone e tablet Huawei. Prima di cominciare teniamo a precisare che:

  • con questa procedura andate ad invalidare la garanzia del dispositivo;
  • eseguite tutto a vostro rischio e pericolo. Se qualcosa andasse storto, il prodotto potrebbe diventare un fermacarte (anche se di solito accade che si riavvia con un messaggio di errore). In ogni caso noi di PhoneToday.it non ci prenderemo alcuna responsabilità.

Prerequisiti:

  • un dispositivo completamente stock, quindi senza root o recovery modificata. Se lo avete acquistato nuovo e non conoscete questi ternimi potete stare tranquilli;
  • il firmware Huawei, scaricabile dal sito ufficiale della società cinese, adatto al vostro smartphone o tablet. Se non c’è significa che dev’essere ancora caricato.

download-firmware-huawei

Procediamo alla guida vera e propria per sbrandizzare smartphone e tablet Huawei:

  1. Estraete il file zip del firmware ufficiale che avete scaricato in precedenza;
  2. Copiate la cartella dload nella memoria interna del telefono, meglio se su una SD;
  3. Andate in Impostazioni>Update>Aggiornamento Locale>Aggiorna.

aggiornamento-emui

A questo punto il dispositivo è completamente sbrandizzato e, di conseguenza, potrete ricevere tutti gli aggiornamenti di Huawei. Andate quindi in Impostazioni>Update>Verifica Aggiornamenti per verificare la presenza di un nuovo firmware oppure scaricatene altri sempre dal sito Huawei.

Attenzione però, come primo file utilizzate sempre un firmware antecedente al vostro e solo successivamente potrete installarne la versione successiva. Se trovate più firmware non saltate direttamente all’ultimo, anche se il processo è lungo e laborioso, perchè potrebbe compromettere il risultato finale.

Guida redatta da EMUI Italia

Commenti
Vai su