Guide

Come fare Hotspot Wi-Fi con Vodafone gratuitamente

Come-fare-Hotspot-Wi-Fi-con-Vodafone-gratuitamente

Spesso mi capita di stare fuori casa per diversi giorni e mi ritrovo con il mio smartphone e il mio tablet, il quale non possiede il modulo 3G per poter allocare la SIM e quindi connettermi. Avendo già un piano promozionale ad hoc (che include minuti, messaggi ed internet), mi verrebbe spontaneo, e molto utile, utilizzare la tanto chiacchierata modalità Tethering che permette di trasformare il mio device in un modem Wi-Fi ultraportatile.

Purtroppo per noi siamo in Italia ed abbiamo gestori che ne “limitano” le potenzialità, come nel mio caso la Vodafone, che per ogni connessione in Hotspot chiede 5€ e mi permette di consumare solo 500 MB.

Allora mi sono chiesto se fosse possibile attuare l’Hotspot in maniera gratuita rimanendo nel legale. Beh, la risposta è ovviamente SI!

Leggi Anche: Come fare hotspot gratuitamente su iPhone

Nei giorni scorsi ho elaborato un metodo per attivare il Tethering sui nostri smartphone con SIM Vodafone senza pagare 1 centesimo, senza installare alcun tipo di app né eseguire il root del telefono (se non sapete cosa sia il root cliccate qui), ma cosa più importante è nel pieno rispetto delle leggi e del contratto che abbiamo stipulato con l’operatore.

Bene, allora non dilunghiamoci più di quanto non abbiamo già fatto e passiamo a vedere nel dettaglio come fare l’Hotspot Wi-Fi con Vodafone gratuitamente.

Strumenti:

  • Uno smartphone
  • Una SIM Vodafone
  • Un po’ del vostro tempo

Rechiamoci nell’area Fai da te presente sul sito di vodafone.it (se non avete ancora un account per accedere createlo seguendo le istruzioni riportate direttamente sul sito dell’operatore). A questo punto andiamo su La tua offerta –> Attiva nuove promozioni –> Servizio di Blocco Internet da PC e attiviamolo. Questo è un metodo che ci “protegge”, infatti se qualcosa andasse storto non verranno scalati i 5€ per il tethering.

Da qui in poi esistono due metodi il primo, più semplice, avviene tramite la modifica dell’APN, il secondo è un po’ più macchinoso e avviene tramite ADB.

Metodo APN

1) Una volta ricevuto l’sms di conferma da parte di Vodafone, rechiamoci nelle impostazioni ed andiamo in Reti mobili –> Profili (o Nomi Punti di accesso). N.B: alcune voci dei menu potrebbero differire da quanto riportato per via delle personalizzazioni che ogni costruttore applica, comunque sia l’importante è arrivare a questa schermata:

hotspot-gratis-21 hotspot-gratis-31 hotspot-gratis-11

2) Ora apriamo le opzioni relative al Tethering Internet (web.omnitel.it) tappando sul nome e non sul “pallino”. Nel menu a cascata che verrà visualizzato scorriamo fino alla dicitura Tipo APN. A questo punto cancelliamo tutto quello che c’è scritto e tappate sul tasto “indietro”, così facendo dovreste vedere la voce “Non impostato” o “Impostazione non eseguita”.

hotspot-gratis-61

3) Prima di uscire da questo menu dobbiamo salvare le modifiche o tappando in alto a destra (per chi ha i tasti a schermo) o tappando sul tasto softouch “menu”, quindi facciamo “salva” e una volta fatto possiamo spostarci su “Acc. Internet da cell” (mobile.vodafone.it).

4) Dopo essere entrati, cerchiamo nelle impostazioni Tipo APN e alla scritta già presente aggiungiamo “,dun” senza apici (N.B: è importante non lasciare spazi e mettere la virgola prima di dun; ad esempio prima della modifica sarà default,supl dopo la modifica default,supl,dun), fatto questo salviamo e riavviamo il cellulare.

hotspot-gratis-51 hotspot-gratis-41

Una volta riavviato il cellulare potete fare Hotspot su qualsiasi dispositivo in maniera del tutto gratuita!

Metodo ADB

1) Prima di metterci all’opera dovremo installare e configurate i driver ADB tramite questa nostra guida reperibile qui.

2) Configurati correttamente i driver ADB, dovremo avviare il prompt dei comandi da Windows e digitare adb device.  A questo punto il nostro dispositivo dovrebbe essere stato riconosciuto in caso contrario bisognerà effettuare nuovamente il passaggio numero 1.

3) Ora sempre nel prompt dei comandi scriveremo  adb shell e premeremo invio.

4) Digitiamo la seguente stringa di comandi settings get global tether_dun_required  che dovrebbe restituirci tre tipi di valori qui di seguito riportati:

  • null
  • 1
  • 0

Se il valore è impostato su null oppure su vuol dire che l’operatore rosso si accorgerà che stiamo facendo l’hotspot dal nostro device.

5) A questo punto dovremo impostare il valore 0, per mascherare il nostro tethering, scrivendo settings put global tether_dun_required.

6)Riavviare il dispositivo e controllare che l’APN sia corretto inserito sia quello corretto ovvero (mobile.vodafone.it).

N.B: tra il punto 4 e il punto 5 potrebbe comparirvi un avviso del genere”Warning: linker: app_process has text relocations. This is wasting memory and is a security risk. Please fix.”, nessuna paura continuate ignorandolo.

A questo punto non vi resta che godervi il vostro internet in tethering.

Ovviamente questi metodi sono un metodi di “fortuna” ed è sempre bene, quando è possibile, pagare ed accedere direttamente al servizio offerto dall’operatore stesso, per cui vi voglio ricordare che né io, né PhoneToday.it saremo responsabili di eventuali danni al vostro smartphone o di costi aggiuntivi che vi ritroverete a pagare.

Commenti
Vai su