Apple

Apple Watch: arrivano le prime recensioni di chi lo ha provato

Apple Watch

Solo da poche ore Apple ha aperto i pre-ordini dell’Apple Watch in diversi paesi del mondo tramite l’Apple On-line Store. Come spesso accade per i prodotti dell’azienda di Cupertino le scorte sono esaurite in pochissime ore dall’inizio dei pre-ordini, inoltre i tempi di consegna stimati per il primo smartwatch della mela morsicata sono aumentati a dismisura: da qualche settimana fino ad arrivare al mese di agosto per il modello Apple Watch Edition in oro 18 carati.

Ovviamente anche se le consegne andranno a rilento in rete sono già on-line le prime recensioni dello smartwatch di Apple realizzate dai principali media americani che si occupano di tecnologia e non solo. In questo articolo sono raccolte alcune delle recensioni pubblicate dai media statunitensi che hanno avuto modo di provare e testare l’Apple Watch per diversi giorni, in generale dalle recensioni emerge un giudizio positivo, tanto da essere considerato il miglior smartwatch attualmente in commercio. Di seguito le prime recensioni dell’Apple Watch:

  • Bloomberg: Il dispositivo è magnificamente progettato e ha una tecnologia all’avanguardia, ma spesso distrae più di un iPhone. Sì, tutte queste funzioni e le varie notifiche rischiano di rendere l’Apple Watch molto fastidioso. In un certo senso, può essere una fonte di distrazione maggiore rispetto all’iPhone, e il fatto di dover buttare sempre l’occhio sul quadrante per leggere le notifiche può dar fastidio anche alle persone intorno a noi. L’orologio vuole e ha bisogno di voi ora, come richiesto insistentemente dalle costanti notifiche. E per vedere cosa vuole mostrarci l’Apple Watch, è necessario spostare fisicamente lo sguardo su di esso. Mestre stiamo parlando con qualcuno, è difficile non controllare l’orologio per leggere le notifiche, ma questo può apparire come un gesto offensivo verso l’interlocutore, che potrebbe fraintendere e capire che andiamo di fretta e che ci stiamo annoiando. Insomma, l’Apple Watch è maleducato.
  • Re/code: L’Apple Watch non è per tutti e si rivolge principalmente agli utenti esperti che già utilizzano l’iPhone o alle persone affascinate dai dispositivi indossabili. In altre parole, non è indicato per il consumatore medio. Dal punto di vista tecnologico è una estensione dell’iPhone. E, proprio come lo smartphone, ci farà cambiare le nostre abitudini. E’ bello poter scorrere velocemente le immagini della famiglia sul polso, vedere la frequenza cardiaca dopo un allenamento, o leggere un messaggio mentre siamo in riunione. Ma diventa molto, molto difficile non guardare il polso anche quando siamo nel bel mezzo di una riunione o di una conversazione.
  • The Verge: Apple Watch è senza dubbio il miglio smartwatch attualmente in commercio, ma non è ancora chiaro quale sia lo scopo degli smartwatch e a cosa possano servire. Si tratta comunque di uno dei prodotti più ambiziosi che abbia mai visto, e vuole farci cambiare il modo di interagire con la tecnologia. Ma l’ambizione è priva di una messa a fuoco: può fare tante piccole cose in modo sufficiente, invece che solo un paio di cose straordinariamente bene. Anche se Apple ha studiato soluzioni innovative, l’Apple Watch rimane pur sempre uno smartwatch, con tutti i limiti del caso. Se siete disposti ad entrare in questa strada, allora potete godere a pieno dell’Apple Watch. Al momento si tratta di un “semplice” smartwatch, ma gli aggiornamenti di Apple, le applicazioni rilasciate dagli sviluppatori e altre novità potrebbero far cambiare questo scenario in futuro.
  • New York Times: Mi sono assolutamente innamorato dell’Apple Watch, anche se richiede una curva di apprendimento più complessa rispetto ad altri prodotti Apple. Alcuni utenti non avvezzi con la tecnologia potrebbero avere qualche difficoltà nel capire subito tutte le funzioni del dispositivo, anche perchè, a differenza di altri prodotti Apple, non funziona “fuori dalla scatola”, ma richiede alcune configurazioni iniziali. Non è un dispositivo adatto ai principianti della tecnologia. L’Apple Watch è progettato per le persone che sono inondate di notifiche e vogliono consultarle velocemente sul quadrante dell’orologio. E’ stato dal quarto giorno che ho cominciato ad apprezzare in pieno l’Apple Watch. Le notifiche sono comode perchè posso interagire con loro istantaneamente, senza dover prendere l’iPhone. L’orologio diventa una naturale estensione del mio corpo, un collegamento diretto.
  • The Wall Street Journal: Con l’Apple Watch, gli smartwatch hanno finalmente senso. E’ un dispositivo fatto bene, efficiente e super funzionale. Ha un display pratico, consente di misurare diversi aspetti del nostro corpo e presto godrà di tantissime applicazioni terze. Ma l’orologio Apple non risolve tutto quello che pensavo potesse risolvere nella mia vita digitale. Ci sono tantissime notifiche e l’orologio “suona” per tutto il giorno. Certo, è possibile silenziare le notifiche o scegliere di riceverne solo alcune, ma si tratta di un procedimento lungo e noioso. La batteria dura un’intera giornata, con utilizzo medio-alto del dispositivo.

Via

Commenti
Vai su