Curiosità

Amazon brevetta lo scanner dell’orecchio

Amazon.com Inc. logos are displayed on laptop computers in Washington, D.C., U.S., on Wednesday, Oct. 23, 2013. Amazon.com Inc. is scheduled to release third-quarter earnings on Oct. 24. Photographer: Andrew Harrer/Bloomberg via Getty Images

Dopo lo scanner delle impronte digitali e quello dell’iride ecco arrivare anche lo scanner dell’orecchio! L’US Patent and Trademark Office ha da qualche giorno approvato il brevetto di Amazon, depositato nel 2011, con il quale lo smartphone potrà essere sbloccato semplicemente avvicinandolo al proprio orecchio.

Per fare ciò viene utilizzata la fotocamera anteriore che servirà per riconoscere l’orecchio dell’utente e di conseguenza sbloccare il terminale. Infatti, la prima volta verrà salvata nella memoria un’immagine dell’orecchio del proprietario che sarà messa a confronto con una nuova ogni qualvolta si voglia sbloccare lo smartphone.

Lo scanner dell’orecchio, secondo il team di Amazon, può definirsi molto sicuro poiché una persona non potrà mai avere un orecchio uguale ad un’altra. In aggiunta a questa tecnologia, sul bordo dello smartphone sarà installato un sensore che percepisce la distanza dall’orecchio e quindi sarà in grado di aumentare o diminuire il volume di una chiamata in modo del tutto automatico.

Se questo brevetto un giorno diventerà realtà ci sarà consentito sbloccare il nostro device con il semplice gesto di portarlo all’orecchio ma per il momento tutto ciò è ancora una semplice idea che aspetta solo di essere realizzata.

Secondo voi una funzione del genere potrebbe tornarci utile oppure credete che sia del tutto inefficace sugli smartphone odierni? Fateci sapere le vostre opinioni tramite i commenti di sotto!

Via

Commenti
Vai su